146 minutes | Mar 5, 2021

La tumultuosa evoluzione del videogioco, o qualcosa del genere | Outcast: Chiacchiere Borderline

Tornano finalmente in onda le Chiacchiere Borderline con due ore e mezza di discussioni posate e costruttive sul fossato oscuro nel quale si sta tuffando il settore dei videogiochi e sulle mille luci di speranza biancorosse che stanno lì a sedurci e convincerci di un futuro migliore, possibile, probabile, quasi certo. In studio (virtuale) per voi, Andrea Maderna, Andrea Peduzzi, Alessandro De Luca, Davide Giulivi, Lorenzo Baldo e Stefano Talarico. Buon ascolto! In questo episodio: * Chiacchiere borderline:C'è ancora / ci sarà ancora spazio per la creatività negli AAA? (fonte) [02:09], TUTTA LA VERITÀ SU GOOGLE STADIA CLICCA QUI (fonte) [29:20], Kojima stava a fare il gioco horror per Google? (No) (fonte) [43:27], Meraviglioso "ops" di Stadia (fonte) [46:47], Sony sempre più aperta al PC e finalmente ci propone la VR di quattro anni fa! (fonte) [55:55], Reggie Fils-Aimé ammette quello che tutti sapevamo (fonte) [01:11:02], Crystal Dynamics ha deciso che la continuity è importante (fonte) [01:21:06], Vampire non benissimo (fonte) [01:23:33], Ciao ciao E3 (fonte) [01:27:08], Activision Blizzard ha assunto Satana (fonte) [01:40:49], Crystal Ho sentito che vi piace la merda, quindi eccovi un po' di merda (fonte) [01:44:48] * La gente rosicano:Street Fighter II si inchina al partito (fonte) [01:54:45], Mass Effect si riscopre pudico (fonte) [02:10:03], Ufficiale: se perdi a FIFA 21 non è colpa del giocatore che stai usando (fonte) [02:14:00] Soundtraccia: Outcast - Andrea Babich
Play
Like
Play Next
Mark
Played
Share